Pista di Guida sicura

La pista, unica nel suo genere in Piemonte e tra le più moderne in Italia, è stata costruita secondo i criteri e il know-how della Test & Training – Società dell’ÖAMTC (Automobile Club Austriaco) con tecnologia di progettazione e realizzazione di altissimo livello.

 

Completamente immersa nel verde, è dotata di un percorso asfaltato, delimitato e chiuso al traffico ed è composta da 4 moduli formativi rispondenti a diverse caratteristiche stradali e attrezzati per ricreare condizioni di emergenza riscontrabili quotidianamente sulla strada. In tutte le aree sono presenti delle zone ricoperte da particolari resine che bagnate con apposito sistema di irrigazione, simulano fondi a scarsa aderenza e muri d’acqua a scomparsa e regolabili in ampiezza.

Una sala conferenze e diverse aule didattiche sono a disposizione per i corsi e per eventi particolari.

 

Grazie ad un ambiente sicuro e controllato si possono ricreare alcune situazioni di pericolo come:

Frenata di Emergenza

 

Gli esercizi sulla piastra di sbandamento consistono nello stabilizzare un veicolo che improvvisamente sbanda. All’interno della pista questa situazione viene provocatadall’utilizzo di un sistema di slittamento idraulico che con speciali irrigatori crea condizioni di scarsa visibilità. Sulla pista si possono svolgere esercizi di: controllo di un veicolo, evitamento di un ostacolo improvviso e modulazione della frenata.

Principio di Sottosterzo

 

Su questo tracciato si riproducono le situazioni critiche più ricorrenti sperimentando, in piena sicurezza, le principali tecniche di controllo dell’autovettura in curva. Il diametro della curva misura 75 metri con più di 20 metri di larghezza di pista di slittamento e muri d’acqua che ricreano ostacoli improvvisi. Si effettuano esercizi di Sottosterzo, Frenata di emergenza ed evitamento di un ostacolo in curva.

Principio di sovrasterzo

 

Sul percorso il conducente è messo di fronte ad un tratto di strada caratterizzato dalla presenza di un consistente bacino d’acqua, alto 5 cm e lungo circa 50 che, se affrontato ad alta velocità, produce il pericoloso fenomeno dell’aquaplaning: il veicolo perde contatto con il manto stradale e diviene incontrollabile.

Aquaplaning

 

Sul percorso il conducente è messo di fronte ad un tratto di strada caratterizzato dalla presenza di un consistente bacino d’acqua, alto 5 cm e lungo circa 50 che, se affrontato ad alta velocità, produce il pericoloso fenomeno dell’aquaplaning: il veicolo perde contatto con il manto stradale e diviene incontrollabile.